OASI WWF ITALIA

OASI WWF ITALIA


mappa delle oasi del wwfLe aree protette rappresentano uno degli strumenti principali per la conservazione della biodiversità. Sono anche un’opportunità per raggiungere l’obiettivo dello sviluppo sostenibile e per vincere la povertà. La necessità di creare e gestire aree protette è ribadito con chiarezza dall’articolo 8 della Convenzione Internazionale sulla Biodiversità e dall’Obiettivo 7 del Millennium Development. Oggi il 12 per cento della superficie del Pianeta è riconosciuta come area protetta, una percentuale positiva ma piena di lacune: non tutti gli ecosistemi sono protetti in modo adeguato (il mare lo è per appena lo 0,5 per cento) e molte aree protette non sono gestite o lo sono solo parzialmente.
Anche nel nostro Paese la percentuale di territorio protetto ha raggiunto percentuali importanti e fino a pochi anni fa insperate. Parchi e riserve naturali coprono oggi circa l’11 per cento del nostro territorio, mentre si arriva al 20 se si tiene conto anche di altri vincoli, a cominciare da quelli ancora potenziali della Rete Natura 2000 dell’Unione Europea.

I 5 obiettivi del WWF per la tutela delle aree protette

1) Richiamare la “mission” storica delle aree protette, troppo spesso dimenticata a vantaggio di attività produttive e infrastrutture.
2) Completamento del sistema della aree umide, in primis la Laguna di Venezia e lo stesso Delta del Po, i cui vincoli sono insufficienti.
3) Lo sviluppo e l’implementazione della Rete Natura 2000, il sistema interconnesso di aree protette voluto dall’Unione Europea.
4) La promozione di un sistema efficace ed efficiente di Oasi (modelli di gestione e sviluppo sostenibile).
5) La promozione dei parchi transfrontalieri, a cominciare da quelli delle Alpi Marittime e del Carso.

 


Riserva Naturale Regionale Oasi WWF "Calanchi di Atri" - Piazza Duchi D'Acquaviva cap 64032 Atri (TE)
P.Iva 00076610674, tel./fax +39 085 8780088, info@riservacalanchidiatri.it