NEWS

CAFÈ SCIENTIFIQUE AL TEATRO CAFFÈ 900



Cafè Scientifique al Teatro Caffè 900


Parte l'interessantissimo ciclo di incontri denominato  Cafè Scientifique   in virtù dell'accezione anglosassone della prima iniziativa a Leeds, che si terrà ad Atri presso il Teatro Caffè 900  in p.zza Duomo  , all’interno dei locali di uno dei maggiori centri propulsori di cultura, l'ottocentesco Teatro Comunale di Atri.

Sin dalla nascita la presenza nell’area interna di un caffè-ristoro, fungeva da preludio e intrattenimento all’avvio degli spettacoli, mantenendo ad oggi questa funzione che ha dato così stimolo alla Riserva Naturale Regionale Oasi WWF “Calanchi di Atri”   a dar vita ad un interessantissimo ciclo di incontri di carattere scientifico-culturale intorno a grandi temi di attualità!

Il primo incontro del 25 Marzo coinciderà con la grande mobilitazione globale di Earth Hour   l'ora della della terra   - ove il professor Giovanni Damiani   ci accompagnerà in un curiosissimo viaggio nel tempo "Illuminare il buio dai romani ai giorni nostri" attraverso dimostrazioni pratiche su scoperte e tecnologie legate a questa potente fonte.

INFO E CONTATTI:
Oasi WWF “Calanchi di Atri”
Tel. 085.8780088 – 331.5799191 
info@riservacalanchidiatri.it  
www.riservacalanchidiatri.it 

Follow us on Facebook & Instagram
#oasiwwfcalanchidiatri


COMUNICATO STAMPA

Cafè Scientifique al Teatro Caffè 900
Città di Atri (Te)
14/03/2017

Nella splendida cornice della Città di Atri a partire dal 25 Marzo 2017 prende vita il ciclo di incontri “Cafè Scientifique” alle ore 18.30 presso il Teatro Caffè 900  in p.zza Duomo , all’interno di uno dei maggiori centri propulsori di cultura nato proprio in seno alla volontà di creare un luogo di aggregazione sociale e culturale alla fine dell’800, il Teatro Comunale di Atri. Si tratta dell’unico teatro ottocentesco attivo nella Provincia di Teramo, interamente in legno, inaugurato il 25 Aprile del 1881 con la messa in scena di "Un ballo in maschera" di Giuseppe Verdi. 

Un luogo voluto fortemente dalla cittadinanza come elemento del tessuto urbano che è stato fondamentale nella vita sociale ospitando diversi eventi eccezionali come la rappresentazione del Rigoletto di Verdi nel 1886, la prima della Carmen di Giorgio Bizet nel 1887, eventi di prosa, lirica, concerti, veglioni di Carnevale, feste di fine anno, comizi elettorali, commemorazioni dei caduti di guerra, dormitorio delle truppe inglesi e sala cinematografica.  
Sin dalla nascita la presenza di un caffè-ristoro, nell’area interna, fungeva da preludio e intrattenimento all’avvio degli spettacoli, mantenendo ad oggi questa funzione che ha dato così stimolo alla Riserva Naturale Regionale Oasi WWF “Calanchi di Atri” a dar vita ad un interessantissimo ciclo di incontri denominati “Cafè Scientifique” in virtù dell’accezione anglosassone della prima iniziativa, allo scopo di metter in risalto quelle che sono state e sono ancora oggi le valenze storiche del luogo.   Il Café Scientifique è un movimento scientifico popolare nato a Leeds nel 1998 grazie a Duncan Dallas, e basato a sua volta sul movimento filosofico francese Café Philosophique fondato da Marc Sautet nel 1992. 
Il movimento è attivo prevalentemente nel Regno Unito (42 caffè sul territorio nazionale e 12 all'estero gestiti direttamente dal British Council) e in seguito si è diffuso in molte altre città del mondo, mantenendo la stessa denominazione e il comun intento di riunirsi in luoghi ricreativi per ascoltare scienziati, scrittori, personaggi di cultura che danno vita ad interessantissimi forum da discutere apertamente con tutta la cittadinanza, come avviene anche in altri luoghi italiani ad esempio quello di Bologna organizzato dal WWF Young e gli aperitivi scientifici organizzati dal WWF Teramo.  Il taglio che si intende dare agli incontri è di carattere scientifico-culturale sviluppandosi intorno a grandi temi di attualità come in primis il cambiamento climatico. 
Il primo appuntamento del 25 Marzo 2017 coincide difatti con la grande iniziativa globale del WWF “Earth hour” – l’ora della terra – ossia la mobilitazione globale contro i cambiamenti climatici a cui il Comune di Atri aderisce spegnendo le luci di p.zza Duomo per un’ora dalle 20.30 alle 21.30, e ad allietare l’evento ci sarà l’imperdibile incontro con Giovanni Damiani  che ci illustrerà attraverso un excursus storico le tappe salienti della storia della luce dal titolo “Illuminare il buio dai romani ai giorni nostri”, accompagnato da un aperitivo con prodotti tipici locali.  
A seguire nei giovedì dei mesi di Aprile e Maggio, si toccheranno argomenti altrettanto interessanti ed attuali quali “Terre in movimento, frane e terremoti in Adriatico” a cura di Enrico Miccadei  , momenti culturali sulla storia dei tratturi d’Abruzzo a cura di Igino Chiucchiarelli  Valentina Antonelli  Luigia Flacco  Piero di Carlo  con un’intensa riflessione “ll clima sta cambiando… è solo colpa nostra?”. Dopo un breve viaggio alla scoperta dei capolavori nascosti di Atri a cura di M. Cristina Mancinelli  , il 4 Maggio avrà luogo un appuntamento speciale sui popoli italici “Quando Italia si chiamava Viteliù’” a cura del noto scrittore Nicola Mastronardi  ospite ad Atri per l’occasione!  
Nella serata dell’11 Maggio sarà l’intervento del Direttore della RNR Oasi WWF Calanchi di Atri, Adriano De Ascentiis  , a chiudere gli appuntamenti illustrandoci le ultime ed esclusive novità emerse sulla “Storia della liquirizia nell’Abruzzo ultra” in virtù ed in prosieguo di studi e ricerche avviate dallo scorso anno, tese alla conoscenza storica e valorizzazione del prodotto dolciario nella filiera locale accompagnato da letture a cura di Alberto Anello  , con uno speciale laboratorio curato dal re della cioccolata abruzzese Ezio Centini 



 


Scarica allegato ALLEGATI

» Scarica la locandina

» Scarica il Comunicato Stampa


Riserva Naturale Regionale Oasi WWF "Calanchi di Atri" - Piazza Duchi D'Acquaviva cap 64032 Atri (TE)
P.Iva 00076610674, tel./fax +39 085 8780088, info@riservacalanchidiatri.it