CEA

INTRODUZIONE


ceaI Centri di Educazione Ambientale (CEA) vanno a costituire un punto di riferimento unico in materia di educazione all'ambiente e allo sviluppo sostenibile per la cittadinanza, le scuole, le agenzie educative, gli Enti locali e le aziende che vogliono confrontare la propria competenza con i temi della sostenibilità.
I CEA sono strutture che, in aderenza ai principi ispiratori dello sviluppo sostenibile, realizzano progetti di educazione all'ambiente con particolare riferimento ai contesti territoriali in cui sono inseriti.

I CEA, distribuiti sul territorio, sono riconosciuti di interesse regionale, in base alla L.R. n.122/99. Ciascuno con un propria metodologia nel proporre i temi della sostenibilità, vanno a costituire insieme la rete dei Centri di educazione Ambientale della Regione Abruzzo.
I centri realizzano percorsi educativi, soggiorni didattici, iniziative di formazione, materiali didattici e divulgativi e si occupano di documentazione e ricerca, di comunicazione e informazione.
Le loro attività sono rivolte a tutta la comunità locale, avendo come obiettivo fondante quello di promuovere e gestire spazi di progettazione partecipata e condivisa, condizione essenziale per un processo di apprendimento complesso e sistemico in interscambio con l'ambiente circostante.
Attualmente i CEA riconosciuti dalla Regione sono 31, essi hanno una propria vocazione territoriale trovandosi in zone collinari, montane, costiere, urbane. Tale eterogeneità porta a pensare che la diversità vada promossa e incentivata.
I Centri di Educazione ambientale sono gli attori che, all'interno del sistema regionale, operano direttamente sul territorio e si fanno responsabili della promozione di un'educazione ad un agire sistemico che tenga conto del passaggio dal locale al globale. Essi operano con le scuole, con i privati e con gli Enti Locali, venendo così ad essere punto di riferimento per l'intera comunità. La loro attività viene monitorata dagli organi del Sistema Regionale per un continua azione di qualità.
Le opportunità che offrono
La partecipazione, ossia il coinvolgimento attivo dei soggetti che prendono parte ad un processo, è la migliore energia che muove le situazioni di apprendimento. Nei processi partecipativi si condividono saperi e azioni e si definiscono le identità individuali e collettive per arrivare a creare occasioni di apprendimento e, pertanto, contesti di educazione. Nel processo partecipativo tutti sono attori poiché ciascuno è portatore di competenze, che vengono poste in condivisione da chi assume il ruolo di facilitatore del processo.
I Centri di Educazione Ambientale rivestono sul territorio proprio il ruolo di supporto, di stimolatori e facilitatori del processo partecipativo ed educativo. I CEA mettono a disposizione le competenze dei propri operatori per favorire nell'apprendimento dei temi che muovono lo sviluppo sostenibile, puntando a creare un rapporto di condivisione dei saperi e delle azioni sul campo.
Un sapere che si costruisce insieme, che si sceglie insieme, partecipato e condiviso, è destinato a restare. Un sapere che si costruisce da esperienze, documentando, verificando, suscitando ipotesi è un modo che porta l'individuo ad imparare a muoversi come persona nelle scelte. È un percorso verso la responsabilità dell'azione. È la via verso la sostenibilità.

Link utile:
www.regione.abruzzo.it


 


Copyright ©2008 Riserva Naturale Regionale Oasi WWF "Calanchi di Atri" - P.Iva 00076610674 - Tutti i diritti riservati
Piazza Duchi D'Acquaviva CAP 64032 Atri (TE) - tel./fax +39 085 8780088, info@riservacalanchidiatri.it